Comprare o non comprare un auto d’epoca

Un nuovo progetto di SaveLancia: l’esperto di motori Raffaele Terlizzi, ex Responsabile della Collezione Lancia a Torino, risponderà ad una richiesta di un nostro lettore interessato ad acquistare una Lancia Ardea del 1949. Comprare o non comprare? Converrà a prezzo proposto l’acquisto dell’auto? scopritelo con noi.

Articolo precedente
LanciaGarage: la prima Puntata
Articolo successivo
Nuova Ypsilon: si farà?

Related Posts

Lancia all’Auto e Moto d’Epoca 2016

comment1 Commento
È il primo salone automobilistico in Italia e il più grande mercato Classic d’Europa. “Eppure, Auto e Moto d’Epoca non è un salone dell’auto. È il salone della passione – dice l’organizzatore Mario Carlo Baccaglini – dove i modelli che…

La Collezione Lancia all’Heritage Hub di Torino

comment1 Commento
Inaugurato il 2 Aprile l’Heritage HUB, lo spazio che ospita il dipartimento FCA Heritage. Quest’area rappresenta uno spazio polifunzionale, un luogo di divulgazione e promozione del patrimonio storico dei marchi italiani di FCA. Heritage HUB nasce in un edificio evocativo…

Nuova Ypsilon: si farà?

comment5 Commenti
“Ci sarà una Nuova #Lancia Ypsilon”. Almeno così afferma con certezza Carlo Cavicchi su Quattroruote. Carlo Cavicchi, nella parte finale di quest’articolo su Quattroruote e in una risposta al commento di un lettore (http://viamazzocchi.quattroruote.it/…/maserati-non-e-tutto…/) in sostanza asserisce che: “alla redazione…

1 Commento. Nuovo commento

  • Fine 1939 : arriva l’Ardea , l’auto vestita e calzata per la donna. Dalla simpatica linea “a uovo” , come la sorella Aprilia , é femminile in tutto : corta, maneggevole, pratica , facile da guidare e pure ben rifinita. La meccanica é d’avanguardia : motore frizione e cambio sull’anteriore, 4 cil.Vu stretto di 903 cc. , teste emisferiche , valvole e albero a camme in testa, sospensioni indipendenti a cannocchiale davanti e ponte rigido dietro, 4 freni a tamburo. Il peso di soli 800 Kg, insieme alla novità del cambio a 5 rapporti consente ottime riprese e accelerazioni , mentre il basso CX=0,38 spinge a velocità di quasi 110 Km/h. Nel decennio ’40-’50 è un chiaro esempio di innovazione tecnologica, come ormai Lancia ci aveva abituato da più lustri. (Da Auto Italiana Ed. Domus)…….

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.