LanciaGarage: la Terza puntata

Il nostro viaggio alla riscoperta di Lancia fa tappa in Umbria, più precisamente a Terni, terra di ricca di storia e bellezze naturali. In questi meravigliosi paesaggi abbiamo incontrato un lancista di esperienza. Conosceremo lui e conosceremo la sua auto, una bellissima Ardea del 1950. Con noi le passioni non si spengono! LanciaGarage può iniziare.


LanciaGarage
è una serie prodotta inizialmente in tre puntate e rappresenta un modo originale e giovane per parlare di motori, di storie e di tecnica grazie ad un racconto che mischia aneddoti, consigli e curiosità. L’idea è quella di rendere protagonista un lancista con la sua auto per ogni episodio, fargli raccontare la sua passione e gli aneddoti di una vita vissuta con la propria Lancia. Sarà anche l’occasione per scoprire scorci di questa Italia in un viaggio che vuole mettere al centro non solo una vettura ma tutte le emozioni che essa ha saputo regalare nel corso degli anni.
Non mancherà il contributo dell’esperto, Raffaele Terlizzi, pronto ad offrire un profilo tecnico e specifico di dati, valutazioni commerciali e consigli del modello protagonista dell’episodio.
La prima puntata vedrà protagonista un ragazzo, scelta voluta per dimostrare quanto sia forte l’interesse anche tra i più giovani per il marchio Lancia e per il collezionismo di auto d’epoca: Gianni Sciullo racconterà la sua originale esperienza con una spettacolare Lancia Aurelia attraverso lo scenario affascinante di una terra ricca di storia e natura.
Ogni viaggio si conclude con una speranza, ogni protagonista darà il proprio punto di vista sul perché Lancia debba essere salvata.
LanciaGarage è sicuramente il primo esperimento realizzato direttamente da appassionati di un marchio, con la finalità di tenere sempre alta l’attenzione su una storia industriale ormai dismessa. Una produzione pensata per il web in cui diventa fondamentale il contributo di chi segue la pagina condividendo il video sui propri profili per permettere un’alta diffusione. L’obiettivo di SAVELANCIA non è quindi quello di coinvolgere i propri follower in una raccolta fondi, bensì nella richiesta di condivisione virale del prodotto stesso sui social. Un obiettivo che possiamo realizzare solo con il vostro supporto e che misurerà concretamente la capacità del popolo di lancisti di mobilitarsi concretamente per un progetto.
Rivedi la prima puntata. vedila qui
Rivedi la seconda puntata. vedila qui
Articolo precedente
Nuova Ypsilon, tra speranze e mal di pancia.
Articolo successivo
Lancia Appia conquista il Premio per la Combattività al Rallye Des Princesses 2019

Related Posts

Lancia all’Auto e Moto d’Epoca 2016

comment1 Commento
È il primo salone automobilistico in Italia e il più grande mercato Classic d’Europa. “Eppure, Auto e Moto d’Epoca non è un salone dell’auto. È il salone della passione – dice l’organizzatore Mario Carlo Baccaglini – dove i modelli che…
25 aprile 1945

il 25 aprile 1945 nella fabbrica Lancia

commentNessun commento
Il racconto del 25 Aprile 1945 nello stabilimento Lancia di Borgo San Paolo a Torino, una pagina di storia e di lotta degli operai per la libertà contro il nazifascismo.     Tra gli operai della , il malcontento nei…

Puntata speciale dedicata al caso Lancia

comment1 Commento
La nostra redazione è stata avvisata che in una delle prossime puntate del programma di Rai Tre “Chi l’ha visto?” ci sarà un blocco dedicato interamente al caso Lancia. Federica Sciarelli ripercorrerà con l’ausilio di filmati di repertorio ed altri interpretati…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.