Chi siamo

SaveLancia nasce all’indomani della sciagurata decisione di porre fine ad un’esperienza industriale nata a Torino nel 1906 grazie al genio e alla passione di Vincenzo Lancia: un marchio d’eccellenza soffocato da scelte sbagliate, mancanza di investimenti che nel corso degli anni hanno minato il prestigio e l’appeal a livello internazionale.

E così mentre brand con meno storia e importanza riuscivano a raggiungere importanti risultati e riconoscimenti, per Lancia il futuro diventava sempre più marginale e ancorato ad una gloria sempre più pesante ed annebbiata.

La perdita del tratto sportivo del brand a favore di un marketing votato al pubblico fashion-femminile ha compromesso nel corso degli anni il riconoscimento di tutti quegli appassionati che speravano, e forse sperano ancora, in un ritorno nelle competizioni nelle quali Lancia resta ancora imbattuta con la mitica Delta.

Oggi di Lancia restano le macerie, non esistono più stabilimenti nè un museo, sul mercato c’è un solo modello di fascia bassa prodotto in Polonia, e per il futuro non è prevedinile un ruolo e una possibilità di rilancio visto che il gruppo ex Fiat ormai è impegnato a inseguire gli interessi finanziari connessi alla scalata del gruppo Chrysler.

Errori commerciali, crisi che in questi anni ha seriamente compromesso i volumi produttivi dei grandi costruttori hanno veramente minato le possibilità di prospettare un futuro del brand Lancia con il disappunto di tutti quelli che nonostante tutto, da tutto il mondo, dimostrano amore per un brand che ha avuto il coraggio di innovare e porre sempre nuovi orizzonti tecnici. Lancia è Italia, ma è un brand amato in tutto il mondo grazie ai modelli che hanno fatto la storia del mondo automobilistico e alle vittorie nelle competizioni che con la Delta hanno raggiunto di traguardi a tutt’oggi imbattuti. In questi mesi Fiat ha ostinatamente scelto il silenzio sul destino di Lancia e sul web si sono ritrovati in tantissimi per dimostrare come la passione e l’appeal dello storico brand fossero altissimi nonostante anni di incuria e mancate speranze.

Sui social SAVELANCIA ha raggiunto numerosissimi fan e anche l’attenzione della stampa internazionale. Successivamente, e con lo stesso successo, si sbarca su Twitter con altrettanto successo e per finire giunge la pagina del designer Andrea Bonamore, I love Lancia. Sono migliaia le persone che in giro per il mondo si sono unite al nostro network di appassionati e per questa ragione abbiamo dato vita ad una petizione di firme che ha superato le 4000 sottoscrizioni. Abbiamo scelto il nome Save Lancia perché in questi anni in cui abbiamo assistito alla guerra di tutti contro tutto, la parola Save (Salvare) ci ha offerto la speranza di poter riconquistare uno spazio in cui la voglia di eccellenza, di onesta laboriosità potesse contribuire a riportare il lavoro al centro dell’attenzione di un’Italia ormai sfiancata da opportunisti e scelte scellerate.

Lancia è Italia, e noi di SaveLancia con alle spalle un network di oltre 100.000 fan non possiamo assistere silenti a questo declino e vorremmo invitare il management di FCA (Marchionne in primis) a non dismettere quanto costruito in oltre 110 anni. Queste pagine serviranno per compiere un viaggio in salita, difficile ma importantissimo perché il web crea la notizia ma la disperde nel cono d’ombra del silenzio. Siamo un sito costruito senza scopi di lucro, non troverete banner di ricerca fondi: vogliamo solo far discutere e sottoporre alla comunità di Lancisti materiali e spunti per non ammainare la bandiera blu di un sogno iniziato il 27 novembre del 1906.

Cercaci sui nostri social

Instagram
YouTube
Menu